Ora rischi in aumento

08.01.2022

Ora rischi in aumento

Nonostante il mercato stia correndo come una lepre, un modo per superare il benchmark ancora c'è. Puntare sulle sovraperformance degli investimenti sostenibili, ad esempio. MF-Milano Finanza ne ha parlato con Emilio Franco, ad di Mediobanca sgr.

Nei prossimi mesi va privilegiata la gestione attiva o passiva? La gestione attiva tornerà fondamentale: rotazioni settoriali, divergenze di valutazioni, cambiamenti nelle modalità di consumo, impatti differenti degli stimoli fiscali e repentini interventi normativi sono fattori che imporranno la necessità di distinguere maggiormente in fase di picking, per cogliere opportunità e ridurre i rischi.

La gestione passiva uscirà sconfitta? La differenza tra attivo e passivo sarà meno netta rispetto al passato grazie a molte soluzioni innovative fornite proprio dall'industria dei passivi che attraverso lo sviluppo di indici costruiti seguendo nuove logiche - non solo di capitalizzazione - e tematiche, ha saputo innovarsi e creare soluzioni utili.

Nel contesto attuale come vaposizionato il proprio portafoglio? Il rialzo dei prezzi rende l'investimento in liquidità molto costoso e giustificabile solo in minima parte per ridurre la volatilità. L'inflazione rende rischiosa anche la posizione in obbligazioni governative, soprattutto di area euro, che comunque rimangono un buono strumento di diversificazione vista l'incertezza per la pandemia. Infine pensiamo che una buona Quota, compatibilmente con il proprio profilo di rischio, debba essere allocata sull'azionario, in particolare in settori e Paesi che hanno fatto meno bene nel corso degli ultimi anni, come Europa, Giappone e titoli value. Quanto agli alternativi l'interesse del settore ha caratteristiche cicliche e si rivitalizza quando le tradizionali asset class non presentano più aspettative di rendimento interessanti. Il vantaggio è duplice: a livello di consulenza consentono un maggior allineamento cliente-consulente su durata e rendimento atteso. Gestionalmente permettono di enfatizzare le abilità di generazione di alfa dei gestori. Quando le caratteristiche si verificano una quota di alternativi porta benefici in termini di diversificazione.

Guardando al risparmio gestito, il 2021 è stato un anno boom. Quali scenari per il 2022? Riteniamo che clienti e investitori si siano via via affacciati alle attività più rischiose sostenuti dalla forza della ripresa e che questo trend possa proseguire. Non va dimenticato però che il livello di volatilità è destinato ad aumentare e quindi la politica monetaria potrà, al margine, diventare meno accomodante.

Le strategie delle sgr hanno preso la direzione della sostenibilità, e in questo ambito rientra il lancio del vostro Global Thematic Multimanager Esg. Come cercare il rendimento sul fronte Esg? E' un prodotto che seleziona infatti fondi aperti che investono in società che contribuiscono a migliorare ambiente e società in linea con gli obiettivi delle Nazioni Unite. Rappresenta il terzo della nostra offerta Esg dopo due comparti equity sull'azionario Usa ed europeo, cui si affiancano soluzioni dedicate nei servizi di advisory e di gestione patrimoniale. Nel futuro ci focalizzeremo su nuovi prodotti Esg, anche nell'obbligazionario. 

Articolo di Marco Capponi, Milano Finanza, 08 gennaio 2022